Buone pratiche all’assemblea Fiab di Pesaro

Buone pratiche all’assemblea Fiab di Pesaro

Si è conclusa l’assemblea nazionale FIAB a Pesaro e, come sempre, è stata una 3 giorni ricca di spunti interessanti, oltre che il modo per incontrare tanti amici ed amiche da tutta Italia.

L’assemblea costa un po’ di fatica, lo so, costa anche qualche investimento da parte dell’associazione, e so che è difficile per tutti, ma è un momento veramente magico!

Intanto guardi in faccia persone che conosci solo con una mail e scopri un popolo FIAB di persone veramente fantastiche: belle, motivate, propositive ed entusiaste.

Sono situazioni che ti scaldano il cuore e che ti caricano ulteriormente per poter affrontare nuove sfide nella propria associazione e anche in Federazione.

Il confronto con gli altri, l’illustrazione di buone pratiche, hanno dato a tutti noi tanti stimoli, ma soprattutto queste situazioni ci fanno capire che i “nostri problemi” sono i problemi di tutti e quando condividi i problemi diventa più facile affrontarli.

Sono molto soddisfatta di come sta crescendo il sud Italia: le nostre associazioni lavorano spessissimo in ambienti e città veramente “ostili”, come ci ricordavano gli amici ed amiche di Fiab Potenza, ma anche in quelle situazioni ci hanno dimostrato che si può far crescere la cultura della mobilità ciclistica.

Si può fare ancor meglio e di più grazie anche alla Legge quadro 2/2018: oggi abbiamo in mano uno strumento potente che dobbiamo mettere sempre davanti all’amministratore/politico di turno perché con una legge nazionale non può più far finta che il tema non esista: questo vale a Bolzano come a Bari, in Sicilia come in Sardegna. Utilizzate la Legge come strumento per farvi strada nei vostri comuni.

E a proposito di Comuni, fatemi dire che a Pesaro abbiamo conosciuto tecnici che lavorano all’interno della macchina amministrativa che sono da esempio per tutti: Thomas Flenghi, del Comune di Pesaro, Paola Stolfa di Fano, Gastone Baronio, della città di Cesena, solo per citarne alcuni, sono esempi da “clonare”.

Ma non dimentico amministratori pubblici che sanno coniugare capacità politica alla concretezza amministrativa: il sindaco Ricci e l’assessora Foronchi di Pesaro, l’assessore Modonesi di Ferrara, Andrea Biancani della Regione Marche, politici che hanno una visione a cui sanno dare corpo e gambe.

Grazie a tutti e tutte per la bella assemblea di Pesaro e mi auguro che tutte le associazioni, in futuro, cerchino di approfittare di questi momenti: è un investimento che vale molto più di quanto spendete!

Segue galleria immagini di momenti assembleari (interventi, premiazioni, modifiche statutarie e votazioni) e a margine dell’Assemblea (cena all’Osteria Che Bici, visita della Bicipolitana, gita finale sulla ciclabile da Pesaro a Fano (con degustazione della famosa moretta).

Socio/a FIAB? Assicurato.

I soci FIAB hanno la copertura RC Bici, la responsabilità civile per ogni danno che si causa circolando in bicicletta in qualsiasi paese europeo. É uno dei tanti buoni motivi per diventare socio/a FIAB.

Articoli correlati