Ciclovia dell’acquedotto, nuova frontiera del cicloturismo in Puglia

Sono partiti i lavori del primo lotto di una pista ciclabile, da realizzarsi lungo la strada di servizio che corre sul canale principale dell’acquedotto pugliese, tra Locorotondo e Ceglie Messapica nel cuore della Valle d’Itria. Tempo di realizzazione un anno. Il progetto è stato recentemente illustrato  nella sala conferenza del Palazzo Acquedotto Pugliese dall’assessore regionale alla mobilità Guglielmo Minervini, dall’amministratore unico di Acquedotto Pugliese Ivo Monteforte e dal progettista Loris Venturini della società GEAprogetti Sas.

Questo primo intervento rappresenta il primo stralcio del grande sistema della ciclovia dell’Acquedotto Pugliese da Venosa a Grottaglie (TA) di oltre 250 Km di lunghezza individuato nell’ambito del progetto CYRONMED e rappresenta la variante pugliese del percorso nazionale n. 11 “Ciclovia degli Appennini” della rete BICITALIA. Sul portale BICITALIA, grazie al contributo della Regione Puglia, risultano già pubblicati i percorsi rilevati dalla FIAB della Ciclovia Adriatica, da Chieuti a Leuca, e quella dei Borboni, da Bari a Napoli, su strade secondarie e a bassa incidenza di traffico.

Maggiori informazioni nel sito della Regione Puglia