Il clima è (già) cambiato. 10 buone notizie sul cambiamento climatico

Il clima è (già) cambiato. 10 buone notizie sul cambiamento climatico

Stefano Caserini, laureato in Ingegneria Ambientale, docente presso il Politecnico di Milano, fondatore e consigliere dell’associazione Fiab di Lodi “Ciclodi”, estensore della Tesi Congressuale FIAB “Aria Clima, energia e mobilità ciclistica”, ha già scritto e pubblicato libri sulla questione del cambiamento climatico.
Ricordiamo “Guida alle leggende sul clima che cambia”, versione ridotta e a carattere più divulgativo del precedente A qualcuno piace caldo, che tratta delle evidenze scientifiche e dei dubbi sul tema dei cambiamenti climatici.

Ad aprile 2016 è uscito il suo ultimo libro “IL CLIMA È (GIÀ) CAMBIATO. 10 buone notizie sul cambiamento climatico”.

“Parla di clima ma naturalmente la bicicletta non manca” scrive a FIAB Stefano Caserini “La parola bicicletta compare 15 volte” .

E non manca, aggiungiamo noi, quel pizzico di ottimismo che contraddistingue noi ciclisti che, seppur consci delle grandi difficoltà e della gravità dei problemi, invece di lamentaci ci mettiamo a pedalare. Il motore del cambiamento e del futuro possibile siamo noi stessi e già questa è una “buona notizia”.

“In fondo, la spinta per un cambiamento non può derivare solo dal riconoscere una minaccia, un pericolo, ma dal riuscire a scorgere un altro futuro possibile” scrive Stefano Caserini.

PRESENTAZIONE

Il riscaldamento globale è la grande questione ambientale di questo secolo. La scienza è chiara: entro pochi decenni, dobbiamo rottamare l’attuale sistema energetico e costruirne uno basato su efficienza ed energie rinnovabili. Eppure non lo stiamo facendo con la rapidità necessaria, continuiamo a rinviare e ad accumulare ritardi.

È ormai evidente che la paura e il senso di colpa non sono stati efficaci nel motivare le persone, le imprese, la politica e la società a modificare i propri comportamenti. La minaccia senza la speranza porta infatti a un pessimismo cupo che rende difficile la scoperta, l’analisi e il sostegno alle alternative possibili. La spinta per superare questa paralisi può venire dal riuscire a scorgere un altro futuro possibile.

Il clima è (già) cambiato raccoglie gli aspetti positivi che si possono intravedere nella complicatissima e maledettamente grave faccenda del riscaldamento globale. E lo fa con il rigore scientifico e l’ironia che da sempre contraddistinguono Stefano Caserini, che scrive con la convinzione che “la storia di come gli esseri umani del XXI secolo hanno cambiato il clima del pianeta è in buona parte ancora da scrivere. Le scelte che faremo nei prossimi decenni contano assai”.

Qui trovate una breve presentazione e potete leggere il primo capitolo.

Facciamo "massa critica".

I soci FIAB sono oltre 40 mila ma se fossero 100, 150 mila, ci sarebbero più possibilità di portare a termine i tanti progetti per chi va in bici, da Bicitalia ad AIDA, da Comuni Ciclabili a CIAB. Diventare socio/a FIAB è utile anche a questo, pensaci.

Articoli correlati