Centro Studi

Centro Studi FIAB “Riccardo Gallimbeni”

Il Centro Studi FIAB “Riccardo Gallimbeni” riprende l’esperienza della precedente Area Tecnica, aggiungendo ai tradizionali anche attività di tipo divulgativo.
Gli ambiti di competenza del Centro Studi riguardano: la normativa, l’intermodalità, la formazione e divulgazione tecnica.
Il Centro Studi è composto da un responsabile nominato dal Consiglio di presidenza, da altri consiglieri nazionali e da altri soci esperti in materia. Ai componenti del Centro Studi spetta lo sviluppo delle azioni.
Gli attuali componenti del Centro Studi sono:

  • Enrico Chiarini (consigliere nazionale responsabile)
  • Massimo Gaspardo Moro (consigliere nazionale)
  • Valerio Montieri (consigliere nazionale)
  • Giovanni Cardinali (socio esperto e responsabile CTS)
  • Raffaele Di Marcello (socio esperto)
  • Edoardo Galatola (socio esperto)
  • Marco Passigato (socio esperto)

Intermodalità

L’obiettivo di quest’area consiste nel promuovere il miglioramento dei servizi a favore dei ciclisti.

Normativa

Fra gli obiettivi dell’area normativa:

  • incentivare miglioramenti normativi;
  • promuovere soluzioni tecniche condivise in ambito nazionale FIAB;
  • promuovere la pianificazione territoriale a favore della mobilità sostenibile e, in particolare, di quella ciclistica.

Formazione e divulgazione tecnica

Si propone lo studio e la divulgazione di:

  • buone pratiche condivise in FIAB realizzabili in Italia a favore della ciclabilità;
  • analisi sulla sicurezza stradale;

Gruppo Tecnico FIAB

Il Gruppo Tecnico è costituito da rappresentanti delle varie associazioni FIAB, dai componenti del Centro Studi e altri soci FIAB (esperti, consiglieri nazionali, ecc.).
L’obiettivo del Gruppo Tecnico è di contribuire a uno scambio rapido di esperienze, di informazioni, condivisione di problematiche e di individuazione di possibili soluzioni, a beneficio di tutte le associazioni FIAB.