Settimana Europea della Mobilità: #PrimaLaBici. Tutte le iniziative FIAB

Settimana Europea della Mobilità: #PrimaLaBici. Tutte le iniziative FIAB

Emissioni zero, mobilità per tutti è il tema scelto dalla Commissione Europea per la 19^ edizione della Settimana Europea della Mobilità (16 e il 22 settembre) e, come dichiarato dalla presidente Ursula von der Leyen alla presentazione del Green Deal europeo, riflette l’obiettivo ambizioso di un continente che punta a diventare ‘carbon neutral’ entro il 2050, anche attraverso l’adozione di sistemi di mobilità puliti e inclusivi. Il motto che FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta lancia per questa occasione è #PRIMA LA BICI, che ben completa il tema generale “Scegli il giusto mezzo”, suggerito invece dal Ministero dell’Ambiente.

“Negli ultimi mesi abbiamo tutti assistito e siamo stati protagonisti della rivoluzione bici che ha coinvolto le nostre città: la necessità di tornare a muoversi, in totale sicurezza con il distanziamento sociale necessario e nel rispetto dell’ambiente, ha portato anche la politica a supportare concretamente forme di mobilità sostenibile come quella in bicicletta. Dopo il Decreto Rilancio che ha introdotto il Bonus Bici, le corsie ciclabili e le case avanzate ai semafori, il recente Decreto Semplificazioni ha approvato la possibilità per i sindaci di realizzare le strade residenziali Ebis a priorità ciclistica, il doppio senso ciclabile e le cosiddette strade scolastiche”, dichiara Alessandro Tursi, presidente di FIAB che aggiunge: “Si tratta di provvedimenti a favore degli utenti attivi della strada e in linea con il diritto di ognuno a poter usufruire in sicurezza dello spazio pubblico”.

Per la Settimana Europa della Mobilità 2020 FIAB mette al centro la bicicletta e propone, come ogni anno, un articolato ventaglio di iniziative e appuntamenti per consentire a tutti di aderire attivamente allo slogan Scegli il giusto mezzo! #PRIMA LA BICI. Si può, ad esempio, prendere parte alla sfida #CARFREEWEEK e muoversi per un’intera settimana senza utilizzare l’auto, condividendo le proprie esperienze sui social accompagnate dal relativo hashtag; oppure, in occasione della 7^ Giornata Nazionale del BIKE TO WORK di venerdì 18 settembre, si può provare a scegliere la bicicletta nel tragitto casa-lavoro, e scoprire magari che può diventare una buona e sana abitudine quotidiana.

Il messaggio #PRIMA LA BICI, declinato oggi da FIAB in occasione della Settimana Europea della Mobilità, è stato lanciato dalla Federazione già a inizio maggio attraverso una campagna per incentivare la scelta della bicicletta in tutte le occasioni di spostamento urbano: dai tragitti casa-lavoro alla spesa in bici nei negozi di prossimità e, a breve, anche per sostenere il bike-to-school. Obiettivo evidenziare come l’uso della bicicletta contribuisca notevolmente ad alleggerire il traffico, a ridurre l’inquinamento, a mantenersi in salute attraverso il regolare movimento fisico e a garantire in modo naturale il distanziamento oggi necessario.

In relazione al bike-to-work, inoltre, FIAB ha messo a disposizione di tutte le aziende un utilissimo decalogo che aiuta ad individuare le giuste scelte per rendere i luoghi di lavoro bike friendy e per incoraggiare tra i dipendenti l’uso della bicicletta. La campagna Spesa quotidiana? #PRIMA LA BICI è stata invece lanciata a giugno in collaborazione con Confesercenti e CNA e, in diverse città, prosegue con iniziative di sensibilizzazione su base territoriale e accordi anche con altre realtà associative e commerciali che prevedono, tra l’altro, facilitazioni per chi va a fare la spesa in bicicletta. Sabato 19 settembre, ad esempio, sono in programma iniziative congiunte nei mercati coperti della Fondazione Campagna Amica in diverse località italiane.

Per individuare gli eventi promossi da FIAB in tutta Italia durante la Settimana Europea della Mobilità 2020 in bicicletta (16-22 settembre) consultare il sito www.fiabitalia.it, oppure contattare la FIAB locale più vicina.

Socio/a FIAB? Assicurato.

I soci FIAB hanno la copertura RC Bici, la responsabilità civile per ogni danno che si causa circolando in bicicletta in qualsiasi paese europeo. É uno dei tanti buoni motivi per diventare socio/a FIAB.

Articoli correlati