Borsa Internazionale del Turismo: FIAB porta il valore aggiunto della bicicletta

Borsa Internazionale del Turismo: FIAB porta il valore aggiunto della bicicletta

FIAB sarà tra gli espositori della Borsa Internazionale del Turismo (BIT) in programma a Milano da domenica 9 a martedì 11 febbraio a Fieramilanocity. Lanciato per la prima volta 40 anni fa, BIT è un appuntamento importante per gli operatori del settore italiani e internazionali e la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ha scelto di esserci per mostrare le potenzialità del turismo in bicicletta, un magnete per tutti i territori. Ad oggi è stimato in 7,6 miliardi di euro il fatturato del cicloturismo in Italia, ancora indietro rispetto alla Germania dove il giro d’affari è di 12 miliardi.

Alla Borsa Internazionale del Turismo FIAB parteciperà con tre convegni: il primo, in programma lunedì 10 alle 17, si concentrerà sulla frontiera del nuovo viaggio in bicicletta con l’intervento del rappresentante FIAB Michele Mutterle; gli altri due appuntamenti, entrambi in calendario martedì 11 febbraio alle 11 e alle 11:30 (maggiori dettagli sul sito ufficiale), sono dedicati a ComuniCiclabili e LIFE Sic2Sic. Il primo progetto, giunto ormai alla terza edizione, è una delle più importanti iniziative che ha coinvolto finora quasi 130 città in tutta Italia. Attraverso una valutazione (da 1 a 5 bike smile), gli esperti FIAB attestano il grado di ciclabilità dei comuni, prendendo in considerazione infrastrutture e azioni che li rendono adatti a essere vissuti e visitati in bicicletta, sia dai residenti sia dai turisti. Il progetto ComuniCiclabili è in crescita come si è visto a Torino lo scorso novembre, quando sono state assegnate altre bandiere gialle (simbolo dell’iniziativa). A guidare il convegno sarà Valeria Lorenzelli, responsabile FIAB del progetto.

Sempre martedì 11 febbraio si parlerà anche di LIFE Sic2Sic, un progetto che vede FIAB impegnata come partner insieme a Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), Ares 2.0 e Enne3. Partito nel maggio 2018 il progetto ha come obiettivo quello di percorrere in bicicletta 7 regioni per un totale di 6mila km e 100 tappe. I partecipanti hanno attraversato finora 650 comuni e 228 siti della Rete Natura 2000, pedalando 3.500 km per mappare e tutelare i cosiddetti Sic, Siti di interesse comunitario, ovvero aree naturalistiche con un patrimonio di flora e fauna da custodire e valorizzare. L’occasione della BIT sarà utile per presentare il lavoro fatto in questi anni con scuole, amministrazioni e attori del territorio. A parlare ci saranno Alberica Di Carpegna (FIAB) e Lorenzo Lener (Direttore di Enne3).

Socio/a FIAB? Assicurato.

I soci FIAB hanno la copertura RC Bici, la responsabilità civile per ogni danno che si causa circolando in bicicletta in qualsiasi paese europeo. É uno dei tanti buoni motivi per diventare socio/a FIAB.

Articoli correlati