La mobilità ciclistica serve (sempre) alle città: FIAB ne parla a Ecomondo

La mobilità ciclistica serve (sempre) alle città: FIAB ne parla a Ecomondo

Le città del futuro non possono fare a meno della viabilità ciclabile. Di questo parlerà il convegno “Andamento Lento”, in programma alla fiera Ecomondo venerdì 8 novembre a Rimini. Per FIAB interverrà il Direttore, Francesco Baroncini, che affronterà le potenzialità del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche su cui la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta crede da sempre. Le iscrizioni all’evento sono aperte online fino al 28 ottobre.

A Ecomondo mobility manager, esperti di progettazione di piste ciclabili e rappresentanti della FIAB affronteranno i temi legati alla mobililità ciclistica, portando la loro esperienza e dimostrando che la mobilità dolce riveste un’importanza crescente nelle città e nel collegamento tra i vari territori. La necessità di una sicura fruizione su due ruote degli utenti può trovare risposte solo grazie a una corretta programmazione urbanistica, a professionalità progettuale, innovazione e impegno manutentivo.

In uno scenario globale che impone che ogni intervento combini sostenibilità economica e ambientale, la mobilità ciclistica e attiva sono un’opportunità da non perdere per lo sviluppo del territorio e della sua economia.

Socio/a FIAB? Assicurato.

I soci FIAB hanno la copertura RC Bici, la responsabilità civile per ogni danno che si causa circolando in bicicletta in qualsiasi paese europeo. É uno dei tanti buoni motivi per diventare socio/a FIAB.

Articoli correlati