Free floating: la pacifica invasione che può alleggerire il traffico

Free floating: la pacifica invasione che può alleggerire il traffico


Condividi!

La foto dell’articolo è della presidente di FIAB Ciclobby Onlus e l’ho presa ad esempio per una veloce considerazione sul tema bike sharing free floating. Prima una domanda: ma perché tanta ansia (e anche rabbia)? Io spero in un’invasione di biciclette a Milano come in altre città.

Perché se ci sarà un’invasione di biciclette significa che in molti avranno deciso di lasciare a casa la propria auto. E magari lo fanno a cuor leggero perché sanno di poter contare sempre su una bicicletta, a basso costo, e senza l’ansia di non ritrovarla perché rubata al parcheggio. E se non ci saranno tante auto, avremo i marciapiedi più liberi (perché sono le auto e le moto il vero problema dell’occupazione dei marciapiedi) e sarà più sicuro muoversi per strada.

Ma saranno più felici anche “gli automobilisti per forza”, che avranno meno problemi a trovare il parcheggio. E se ci muoviamo in tanti in bicicletta (che sia personale o in sharing) avremo anche una qualità dell’aria migliore e risparmieremo sull’abbonamento di un pezzo dei trasporti (se non tutti), oltre che sul costo dell’auto. Insomma, abbiamo tutti da guadagnarci nella pacifica invasione delle biciclette free floating. Keep calm and take a free floating bike!