In bicicletta sulla Linea Gotica, la Staffetta delle Memoria

In bicicletta sulla Linea Gotica, la Staffetta delle Memoria

“In bicicletta sulla Linea Gotica – La Staffetta delle Memoria” è una manifestazione che si terrà dal 25 Aprile al Primo Maggio 2014, finalizzata alla promozione di una rinnovata attenzione per i valori inscritti nella Festa del 25 Aprile e nella Festa del Primo Maggio: la giustizia, la libertà, la solidarietà, la pace e il lavoro. In una parola, i principi ispiratori della Costituzione della Repubblica Italiana.

Una staffetta di ciclisti dal 25 Aprile al Primo Maggio 2014 effettuerà un itinerario, dal Tirreno all’Adriatico, che ripercorre il tracciato storico della Linea Gotica, caratterizzando tale passaggio con alcuni momenti simbolici. I ciclisti recano una bandiera con il logo della manifestazione e una copia della Costituzione Italiana. Lungo il tragitto la staffetta si ferma per proporre una testimonianza di dedizione ai valori della Costituzione e alla memoria degli eventi che l’hanno determinata. Testimonianza che in linea di massima si traduce in brevi incontri con saluti, presentazioni, scambio di gagliardetti, letture, canzoni ed infine una simbolica raccolta di firme sulla copia della Costituzione tra i presenti (rappresentanze di ANPI, Sindacati, Istituti di Storia, ma anche scolaresche, gruppi di associazioni culturali e sportive, e -non ultimo – la gente del posto).

Con l’aiuto di partner e aderenti, inoltre, si conta di realizzare in alcune località eventi atti a catalizzare l’attenzione del pubblico: incontri nelle scuole, conferenze, spettacoli, ecc. L’obiettivo è creare una piccola carovana di ciclisti che attraversi l’Italia lungo il suddetto itinerario, dando un contributo tanto alla valorizzazione della memoria dei fatti che hanno portato alla nascita della Costituzione Italiana, quanto alla creazione di un ideale ponte tra i valori della Festa della Liberazione e quelli della Festa dei Lavoratori: due ricorrenze con grandi legami storici e culturali che hanno tuttavia entrambe bisogno di essere sostenute e, forse, riscoperte.

Promotore della manifestazione la cooperativa sociale Costess, tra i cui obiettivi c’è la promozione di una cultura della legalità e della responsabilità.

Hanno già concesso il patrocinio “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) che ha collocato la manifestazione all’interno della propria iniziativa nazionale “Resistere Pedalare Resistere“.

Andiamo in bici.

FIAB organizza escursioni, gite e viaggi in bicicletta tramite il portale Andiamoinbici.it: un'occasione per pedalare in compagnia e fare nuove amicizie. Per partecipare occorre solo diventare socio/a FIAB, ma ci sono tante altre buone ragioni per diventarlo.

Articoli correlati