Nasce la Coalizione italiana “Parigi 2015: mobilitiamoci per il clima”

La FIAB è tra i promotori della Coalizione italiana Parigi 2015: mobilitiamoci per il clima, nata con l’obiettivo di lanciare iniziative e mobilitazioni comuni e diffuse per la lotta ai cambiamenti climatici in vista della COP21 che si svolgerà a Parigi: a dicembre di quest’anno la Conferenza delle parti dell’UNFCCC (United Nations Framework Convention on Climate Change) radunerà allo stesso tavolo i rappresentanti di oltre 190 Paesi con l’obiettivo di raggiungere un accordo globale sulla riduzione dei gas serra.

 

Una tappa importante nella battaglia contro il climate change: molte le resistenze, guidate soprattutto dalle lobby delle vecchie fonti energetiche e non incisive le azioni dei governi. Non è scontato che in occasione della COP21 sia varato un accordo efficace, equo e incisivo, che permetta davvero di raggiungere l’obiettivo di mantenere il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2°C. È quindi necessario e urgente agire perché, grazie alla pressione dell’opinione pubblica e delle organizzazioni della società civile, si riesca a strappare un accordo legalmente vincolante e in linea con le indicazioni della comunità scientifica.

 

E’ questo il compito che si prefigge la Coalizione italiana Parigi 2015: costruire iniziative e mobilitazioni comuni e diffuse, per raggiungere la massima sensibilizzazione possibile sulla lotta ai cambiamenti climatici, ma anche interloquire con il governo italiano e con l’Unione Europea perché assumano posizioni utili in sede di COP 21 e promuovere iniziative di comunicazione mirate ad avvicinare l’opinione pubblica ad argomento spesso e volentieri, poco conosciuto.

 

La Coalizione, della quale a breve saranno diffusi logo, sito web ed iniziative, è aperta a tutti coloro che si riconoscono nella battaglia contro l’emergenza clima. In poche settimane hanno aderito oltre 60 organizzazioni*.

_____________________________________

 

Il 28 giugno, un importante appuntamento a Roma: la Coalizione aderisce alla Marcia “Un Pianeta. Una famiglia umana”, da Campo de’ Fiori a Piazza S. Pietro, per salutare l’Enciclica ecologica di Papa Francesco e per un impegno equo e ambizioso dei governi alla Conferenza di Parigi sul cambiamento climatico.

 

Il 16 Giugno è stata anticipata l’Enciclica Laudato Sii sulle questioni ecologiche, una grande opportunità di sensibilizzazione e visibilità per le nostre lotte ambientali e sociali. 

 

Una delegazione di rappresentanti di comunità locali asiatiche e di altri paesi, toccate fortemente dagli effetti del cambiamento climatico, sarà presente alla Marcia del 28 Giugno per chiedere ai governi un impegno urgente, ambizioso ed equo per la riduzione delle emissioni dei gas serra, e per sostenere investimenti su azioni di mitigazione e adattamento a favore delle popolazioni più svantaggiate.

 

La Marcia rappresenta una opportunità da cogliere assieme a quelle che la Coalizione si sta dando.

Appuntamento a Campo de’ Fiori alle ore 9,00 di domenica 28 giugno.

 

_______________________________________

* ACLI, AIAB, AIIG, ARCI, ARCI CACCIA, ARCI SERVIZIO CIVILE, ASUD, AUSER, CEVI – CENTRO DI VOLONTARIATO INTERNAZIONALE DI UDINE, CGIL, CIA, COLDIRETTI, COMITATO ROMA XII PER I BENI COMUNI, COOP “E’ NOSTRA”- ENERGIA CONDIVISA, COORDINAMENTO FREE, CTS, FEDERCONSUMATORI, FIAB, FIMA, FIOM, FOCSIV, FONDAZIONE CULTURALE RESPONSABILITA’ ETICA, FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA, FORUM SICILIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA ED I BENI COMUNI, GIORNALISTI NELL’ERBA, GREENBIZ.IT, GREENME.IT, GREENPEACE, ISDE-MEDICI PER L’AMBIENTE, ISTITUTO NAZIONALE URBANISTICA – INU, ITALIAN CLIMATE NETWORK, KYOTO CLUB, LA NUOVA ECOLOGIA, LEGA PESCA, LEGAMBIENTE, LINK, LIPU, LUNARIA, MAREVIVO, MOVIMENTO CONSUMATORI, MOVIMENTO DIFESA CITTADINO, OXFAM, PRO NATURA, QUALENERGIA, RETE DEGLI STUDENTI MEDI, RETE DELLA CONOSCENZA, RETE PER LA PACE, RINNOVABILI.IT, RSU ALMAVIVA, SALVIAMO IL PAESAGGIO, SBILANCIAMOCI, SCELGO LA TERRA, SI’ RINNOVABILI NO NUCLEARE, SLOW FOOD ITALIA, SPI – CGIL, TOURING CLUB ITALIANO, UIL, UISP, UNIONE DEGLI STUDENTI, UNIONE DEGLI UNIVERSITARI, WWF ITALIA