A Parma sconti per clienti in bici: ecco come esportare il Bike to Shop di Fiab

A Parma sconti per clienti in bici: ecco come esportare il Bike to Shop di Fiab

A tutti i clienti in bicicletta verrà riservato uno sconto fino al 10% presso gli oltre cento negozi aderenti. Il progetto è il Bike to Shop e vuole dimostrare a Parma che la mobilità ciclistica non è fondamentale soltanto per la qualità e la bellezza dei centri storici, ma anche per gli affari dei piccoli commercianti. È iniziata sabato 13 ottobre e durerà fino al 13 novembre l’iniziativa promossa da Fiab Parma Bicinsieme e organizzata da Ascom, Confesercenti e Comune di Parma.

«Bike to Shop è stato il progetto su cui abbiamo lavorato meno: è bastato parlarne con le associazioni di categoria dei commercianti, che in poche settimane si sono mobilitate». Il presidente di Fiab Parma Bicinsieme Andrea Mozzarelli racconta così il Bike to Shop appena avviato nella città emiliana, dove tra centro storico e periferia, al di qua e al di là del torrente Parma, sono 107 le attività che finora hanno aderito al progetto promosso dalla sezione locale della Federazione Italiana Amici della Bicicletta. Dai negozi di abbigliamento alle librerie, dai bar alle gioiellerie, il commercio cittadino ha risposto con grande interesse.

«Ci siamo mossi a luglio incontrando Federconsumatori, poi Ascom e Confesercenti – spiega il presidente Mozzarelli – Il progetto Bike to Shop deve averli convinti subito visto che ciascuna associazione di categoria si è incaricata di chiedere l’adesione ai propri iscritti, andando a incontrarli di persona». E la vetrofania? «L’hanno realizzata loro, noi abbiamo soltanto consigliato che lo sconto ai clienti in bicicletta potrebbe essere un primo passo per portare più persone nei negozi al dettaglio, rendendo così meno attraenti i centri commerciali». Come ha segnalato Vittorio Dall’Aglio, Presidente Ascom Parma, le adesioni non sono chiuse e molti altri negozi possono ancora partecipare a questo progetto che valorizza la mobilità attiva in città.

Ma come funziona il Bike to Shop a Parma? «Molto semplice – illustra Mozzarelli – il cliente in bicicletta deve semplicemente dimostrare al commerciante di averla parcheggiata vicino al negozio; oppure può esibire la tessera Fiab o quella del bike sharing». A certificare la bontà di questo progetto, i commercianti hanno ricevuto moduli specifici per quantificare il numero di clienti che effettivamente usufruiranno di questa scontistica bike friendly. «Finora è andato davvero tutto liscio – aggiunge il presidente di Fiab Parma – Non resta che attendere il riscontro tra un mese per capire se si potrà rinnovare il Bike to Shop a marzo 2019».

Un esempio concreto.

FIAB è l'artecfice della modifica alla legge 28.12.2015 n.221 sull'Infortunio in Itinere, che garantisce la copertura assicurativa in caso di incidenti in bici nel tragitto casa-lavoro. Per vincere altre battaglie occorre essere sempre di più, e la tua partecipazione è importante: diventa socio/a FIAB.

Articoli correlati