Rivista BC: il nuovo numero per i dieci anni. Interviste, storie e molta FIAB

Rivista BC: il nuovo numero per i dieci anni. Interviste, storie e molta FIAB

Rivista BC festeggia i dieci anni e con il numero 54 affronta una delle lotte storiche della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta con un focus sul recupero delle ferrovie dismesse in ottica bike friendly. Nell’editoriale il direttore Michele Bernelli ha spiegato i passi avanti fatti dal numero 1: «Il decennio appena concluso è quello dei record di mercato, della legge quadro per la mobilità, dei finanziamenti al cicloturismo, il 2020 l’anno della bici necessaria, per salvare noi stessi e le città. Ma non siamo l’Olanda». Dunque per diventarlo è più che mai necessario il lavoro quotidiano di FIAB, sul territorio e nelle sedi istituzionali. In Italia e in Europa, dal momento che il presidente FIAB Alessandro Tursi è anche vicepresidente della European Cyclists’ Federation, di cui la Federazione fa parte.

Nel numero dei 10 anni di Rivista BC – qui il sommario completo – troverete interviste (non perdetevi quella al Dj Linus), reportage cicloturistici (si va nel Canavese) e approfondimenti sulle città (Verona, ad esempio, dove i ciclisti tra 2019 e 2020 sono aumentati del 27%). Poi, come sempre, la sezione FIAB, a cura del consigliere nazionale FIAB Giuliano Giubelli. Nell’editoriale del presidente della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, Alessandro Tursi, si affronta quella che da tempo definiamo la rivoluzione bici in Italia. «Certo non basta un bonus a cambiare un Paese, ma cifre così non si erano mai viste in Italia», ha commentato riferendosi al bonus mobilità da 500 euro approvato dal Governo nel 2020 e che ha fatto registrare un’impennata nelle vendite di biciclette.

Rivista cartacea trimestrale e sito web, BC ha raccontato in questi anni un paese che è cambiato anche grazie a FIAB: nuove abitudini che si sono diffuse (dal bike sharing al bike to school), le norme che ci hanno fatto fare passi avanti in materia di sicurezza stradale, i nuovi lavori “in bicicletta” che FIAB da tempo incentiva anche grazie al Corso Esperto Promotore Mobilità Ciclistica. Come saranno i prossimi dieci anni? Non ci resta che scoprirlo insieme a FIAB, sfogliando BC e visitando il sito.

Socio/a FIAB? Assicurato.

I soci FIAB hanno la copertura RC Bici, la responsabilità civile per ogni danno che si causa circolando in bicicletta in qualsiasi paese europeo. É uno dei tanti buoni motivi per diventare socio/a FIAB.

Articoli correlati