Rivoluzione Bici! 7 e 8 novembre il tesseramento FIAB per cambiare strada

Rivoluzione Bici! 7 e 8 novembre il tesseramento FIAB per cambiare strada

Rivoluzione Bici! perché mai come quest’anno tutta Italia ha visto le potenzialità della mobilità ciclistica. L’obbligo di distanziamento sociale e i mezzi pubblici a ingressi contingentati hanno spinto molte persone a pedalare di più tutti i giorni. Con la nuova campagna di tesseramento per il 2021 il 7 e l’8 novembre saranno le giornate del tesseramento – la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta punta a far leva sulla nuova sensibilità per avviare un vero cambiamento nelle abitudini quotidiane. La tessera FIAB – qui il link alla sezione Sostieni del nostro sito – non è soltanto un modo per sostenere la Federazione e le sue oltre 150 associazioni sul territorio: i soci FIAB hanno l’assicurazione RC per danni provocati a terzi in bicicletta in tutta Europa; FIAB organizza tutto l’anno appuntamenti come gite ed eventi; con la tessera si accede a una lunga lista di sconti e agevolazioni; con soli 6 euro in più è possibile ricevere infine la Rivista BC, il trimestrale dedicato alla mobilità ciclistica, all’ambiente e al cicloturismo.

Ecco perché dobbiamo cambiare strada

Perché Rivoluzione Bici!

In trent’anni di lavoro sul territorio e nelle sedi istituzionali, la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ha portato a casa numerosi risultati. Uno degli ultimi riguarda la Riforma del Codice della Strada che, nonostante alcuni limiti, ha accolto diverse battaglie storiche di FIAB come il doppio senso ciclabile e l’introduzione delle strade scolastiche. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il sostegno dei nostri soci e il loro impegno. Grazie a questo costante lavoro di advocacy, FIAB si è affermata anche a livello europeo come federazione di riferimento. Il presidente Alessandro Tursi ricopre anche il ruolo di vicepresidente di ECF, la federazione europea che lavora a Bruxelles e in tutto il continente per un cambio corale della mobilità.

La tessera 2021 FIAB

Tanto è stato fatto e tanto ancora dovrà esser fatto. Chi è tesserato FIAB contribuisce a rendere l’Italia un paese più ciclabile, più attento alla sicurezza degli utenti attivi della strada, un paese meno inquinato e dove, come ha dichiarato il Presidente Tursi, «la bicicletta non è il fine, ma lo strumento» per migliorare la vita e la salute di tutti. Siamo in quasi 19mila in Italia e abbiamo bisogno di tutti voi.

Socio/a FIAB? Assicurato.

I soci FIAB hanno la copertura RC Bici, la responsabilità civile per ogni danno che si causa circolando in bicicletta in qualsiasi paese europeo. É uno dei tanti buoni motivi per diventare socio/a FIAB.

Articoli correlati