Comuni Ciclabili, consegnate le prime bandiere gialle per il 2024

Comuni Ciclabili, consegnate le prime bandiere gialle per il 2024

Condividi!

Entra nel vivo la 7a edizione di Comuni Ciclabili, l’iniziativa della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta con il riconoscimento per le città a misura di bicicletta. Anche Aosta e Ascoli Piceno entrano nella rete dei Comuni amici della bicicletta.

Sono state consegnate oggi le prime bandiere gialle 2024 della settima edizione di FIAB-ComuniCiclabili, il riconoscimento – già assegnato dal 2017 a oggi a 180 città – che valuta e attesta l’impegno dei territori italiani nel promuovere la ciclabilità come modello di mobilità sostenibile, scelta fondamentale per il buon esito della transizione virtuosa delle nostre città.

Alla cerimonia on line hanno partecipato anche le prime due new entry di questa edizione. Si tratta di Aosta, che conquista un punteggio di 3 bike-smile su un massimo di 5 (e che decreta contestualmente anche l’ingresso dell’omonima regione nella rete dei ComuniCiclabili di FIAB) e di Ascoli Piceno, con 2 bike-smile.

Comuni Ciclabili, una rete in crescita

“La rete dei ComuniCiclabili – dichiara Alessandro Tursi, Presidente FIAB – cresce ancora, grazie al consolidato rapporto di collaborazione e fiducia tra FIAB e amministrazioni locali. Le migliori innovazioni nel nostro Paese arrivano dalle comunità locali che, attraverso la scelta dei propri rappresentanti, esprimono sempre di più il desiderio di cambiare in meglio lo spazio delle proprie città”.

Dei circa quaranta rinnovi consegnati oggi ad altrettanti comuni già presenti nel network, meritano una citazione alcuni comuni. Parliamo prima di tutto di Pesaro, che vede confermato per il settimo anno consecutivo il massimo punteggio di 5 bike-smile e che, grazie all’importante ruolo di Capitale della Cultura italiana 2024, quest’anno potrà essere un esempio per il resto d’Italia anche in tema di mobilità e spazio pubblico. Altro caso interessante è quello di Giulianova (TE) che ottiene la promozione a 3 bike-smile grazie anche all’impegno nell’ambito del progetto della Città 30 più lunga d’Italia: 45 km lungo il litorale abruzzese, attraverso i territori dei 7 comuni teramani dell’ATS Città della Costa.

pesaro, comuni ciclabili
La Bicipolitana di Pesaro

Dei 35 capoluoghi di regione e provincia già in rete – cui si sono aggiunti Aosta e Ascoli Piceno – hanno ricevuto oggi la valutazione 2024 e rinnovato la propria presenza in FIAB ComuniCiclabili le città di Bari (1 bike-smile), L’Aquila e Lecce (con 2 bike-smile), Torino (3 bike-smile), Piacenza (4 bike-smile), Ferrara e Pesaro (5 bike-smile).

Velo-city 2026, a Rimini il summit mondiale della ciclabilità

Ospite del consueto momento formativo riservato ai ComuniCiclabili FIAB nell’ambito della cerimonia è quest’anno Roberta Frisoni, assessore alla mobilità, urbanistica e trasporto pubblico del Comune di Rimini, città che ha appena vinto la candidatura per ospitare l’edizione 2026 di Velo-city, il più importante summit mondiale sulla ciclabilità organizzato ogni anno da ECF- European Cyclists’ Federation.

Come ricorda Tursi, FIAB ha sostenuto fortemente questa candidatura e avrà un ruolo centrale nella proposta e nel coordinamento dei contenuti di Velo-city 2026 di cui sarà Programme Director. “Dopo anni di impegno congiunto con la città di Rimini, ComuneCiclabile fin dalla prima edizione, riportiamo in Italia, dopo ben 35 anni, Velo-city, il più importante evento al mondo sulla mobilità in bicicletta e lo spazio pubblico – afferma Tursi. “Grazie al partenariato con ANCI ci saranno agevolazioni per favorire la partecipazione dei comuni italiani all’evento. Finora l’Italia si è aperta poco al mondo su questo fronte, pertanto porteremo il mondo in Italia”.

rimini, velo-city
Il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, Jill Warren CEO di ECF, Alessandra Frisoni, assessora alla mobilità, urbanistica e trasporto pubblico di Rimini

Premiato per la sua capacità di orientarsi verso la mobilità sostenibile, trasformandosi in una città vivibile e salutare, il capoluogo romagnolo accoglie con orgoglio l’importante manifestazione di respiro internazionale, che attrae più di 1.500 delegati provenienti da oltre 60 paesi e che si pone come un momento di confronto e scambio di conoscenze per la promozione della mobilità attiva e sostenibile. L’evento riunisce ogni anno tutte le principali figure coinvolte nella definizione di politiche, nella promozione e realizzazione di infrastrutture per la ciclabilità, fondamentali per una vera transizione delle nostre città: dalle organizzazioni che si occupano di advocacy ai decisori politici, dal mondo accademico alle aziende di settore.

Comuni Ciclabili, prossimo appuntamento in primavera

L’edizione 2024 di FIAB-ComuniCiclabili prosegue quindi a pieno ritmo e, in primavera, è già prevista la consegna di altre bandiere gialle. Ricordiamo che l’iniziativa è patrocinata da: Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ECF-European Cyclists’ Federation, ANCI-Associazione Nazionale Comuni Italiani, INU-Istituto Nazionale di Urbanistica, Associazione dei Comuni Virtuosi, ALI-Autonomie Locali Italiane, Città in Bici, World Cycling Alliance e WWF.