Risoluzione a favore del cicloturismo. Favorevole il ministro Franceschini

Risoluzione a favore del cicloturismo. Favorevole il ministro Franceschini

Il Ministro dei Beni Culturali e del Turismo ha evidenziato l'utilità di una rete cicloturistica anche per spostare flussi da alcuni luoghi  letteralmente soffocati da turisti, e per la valorizzazione dell’Italia come museo diffuso. Un turismo colto e intelligente che rispetti la natura del Paese e i contenitori fragili come le nostre città d’arte. di Raffaele Di Marcello

Le autorità locali e regionali dell’Unione Europea verso una strategia della ciclabilità

Le autorità locali e regionali dell’Unione Europea verso una strategia della ciclabilità

Il Comitato delle regioni ha adottato il 12 ottobre scorso, ad ampia maggioranza il parere su 'Una tabella di marcia dell'UE per la ciclabilità'. Dopo gli Stati membri e il Parlamento europeo, il Comitato delle regioni è l'ultima istituzione dell'Unione europea di invitare la Commissione europea a sviluppare una vera e propria strategia per la ciclabilità in ambito UE.

Il giubbino riflettente, questo sconosciuto

Il giubbino riflettente, questo sconosciuto

Obbligatorio dal 12 ottobre 2010, il giubbino (o le bretelle) riflettente è previsto dall'art. 182, comma 9 bis, del Codice della Strada che ne dispone l'uso fuori dai centri abitati o in galleria. Un obbligo teso a migliorare la visibilità "passiva" di chi va sulle due ruote, visibilità che dovrebbe essere già assicurata dalla presenza di luci sulla bicicletta ma che, di fatto, in ambienti poco illuminati, ha bisogno di qualche ausilio in più. di Raffaele Di Marcello

Regno Unito. Quasi 1 milione di sterline al giorno risparmiato grazie a piste e itinerari ciclabili

Regno Unito. Quasi 1 milione di sterline al giorno risparmiato grazie a piste e itinerari ciclabili

Il National Cycle Network, rete di itinerari ciclabili del Regno Unito realizzato e gestito dall'associazione Sunstrans, ha fatto risparmiare alla nazione più di 7 miliardi di sterline l'anno da quando è stata fondata 20 anni fa, grazie al miglioramento della salute delle persone e alla riduzione della congestione, dell'inquinamento e delle emissioni di gas serra. di Raffaele Di Marcello

L’Ungheria investe 96 milioni di euro per realizzare piste ciclabili

L’Ungheria investe 96 milioni di euro per realizzare piste ciclabili

Ho avuto il piacere di soggiornare in Ungheria per un paio di mesi, nel marzo e aprile scorso, ed ho notato che in tutto il paese, dalla più piccola città alla capitale l'uso della bicicletta è abituale. Ora giunge la notizia che il Ministero dello sviluppo nazionale ungherese investirà 30 miliardi di fiorini per le infrastrutture ciclabili, in particolare per sviluppare i principali percorsi ciclabili del paese, tra cui il tratto n. 6 e 11 di Eurovelo. di Raffaele Di Marcello

Dati ISTAT: più ciclabili e zone 30 ma poca pianificazione

Dati ISTAT: più ciclabili e zone 30 ma poca pianificazione

Pubblicati i dati ISTAT relativi alla mobilità urbana. Aumentano aree pedonali e piste ciclabili, si estendono le Zone a Traffico Limitato e le Zone 30. Crescita dei servizi di mobilità condivisa, con il bike sharing. Molte città però non hanno un Piano Urbano della Mobilità, così spesso, anche le migliori opere pedonali e ciclistiche, senza pianificazione, perdono di efficacia. di Raffaele Di Marcello

Cresce l’uso della bici per andare a lavoro

Cresce l’uso della bici per andare a lavoro

L’Ufficio Studi di Confartigianato presenta una fotografia del settore nel rapporto “Bicicletta e artigianato: alcune tendenze sulla filiera di offerta e sull’utilizzo” che evidenzia l’importanza del settore per l’economia del Paese e analizza quanto la bicicletta stia diventando sempre più il mezzo di trasporto preferito da molti italiani per recarsi al lavoro.  di Raffaele di Marcello