La comparsa dei cicloecologisti

La comparsa dei cicloecologisti

Prima di FIAB compaiono in Italia i cicloecologisti. E’ la nostra preistoria: in un Paese senza nessuna idea di mobilità ciclistica, i ciclisti cominciano a lottare per soppravvivere. E lo fanno partendo da zero .. tutto è ancora da inventare (a parte la ruota). di Stefano Gerosa

Uno scienziato a pedali. Il racconto dell’ecologia in sella ad una bici, ora narrato in un libro di viaggio

Uno scienziato a pedali. Il racconto dell’ecologia in sella ad una bici, ora narrato in un libro di viaggio

Uno scienziato a pedali è il resoconto del ciclo-viaggio di divulgazione scientifica “Mesothalassia”. Un gruppo di eccentrici ricercatori accompagnati da Emilio Rigatti in veste di cronista, hanno percorso circa 600 km in dieci tappe. Pedalando sulle strade di Molise, Puglia, Basilicata e Campania, i ciclo-scienziati hanno dato vita a un circo itinerante fatto di microlezioni, laboratori e attività di campo, raccontando alla gente l’acqua come fonte di cibo, energia e biodiversità.

Misure anti-smog del Ministero dell’Ambiente. La bicicletta si vede poco.

Misure anti-smog del Ministero dell’Ambiente. La bicicletta si vede poco.

Stanziati oltre 11 milioni di euro per le città che hanno attivato misure d'emergenza per la qualità dell'aria nell'ambito del trasporto pubblico e della mobilità. Peccato che, tra gli interventi, la bicicletta si veda poco, eccezion fatta per il “bike sharing”. Non viene neanche considerato il “bicibus” in contraddizione con il "Programma di mobilità sostenibile casa-scuola" dello stesso Ministero. di Raffaele di Marcello

Emergenza smog e Legge Quadro per la Mobilità ciclistica

Emergenza smog e Legge Quadro per la Mobilità ciclistica

Poco da festeggiare per la mobilità ciclistica italiana. Sotto l’albero di Natale non c’era la “promessa” Legge Quadro per la Ciclabilità. E nella calza della Befana soltanto carbone, cioè tante città soffocate dallo smog. Giulietta Pagliaccio, Presidente FIAB, scrive al Presidente del Consiglio, chiedendogli di portare ad approvazione la legge.

Paciclica 2016, in viaggio per l’Ambiente e la Pace

Paciclica 2016, in viaggio per l’Ambiente e la Pace

Andare in bici alla Marcia della Pace Perugia-Assisi (quest’anno il 9 Ottobre) unendo cicloturismo e impegno civile, voglia di pedalare e volontà di dimostrare per la pace nel rispetto per l’ambiente. Paciclica alla sua 4a edizione nazionale vedrà riconosciuta a Perugia la sua particolare testimonianza e avrà ampia presenza e visibilità.

Il clima è (già) cambiato. 10 buone notizie sul cambiamento climatico

Il clima è (già) cambiato. 10 buone notizie sul cambiamento climatico

Il riscaldamento globale è la grande questione ambientale di questo secolo. La scienza è chiara: dobbiamo rottamare l’attuale sistema energetico. Però la paura, la minaccia senza la speranza porta alla paralisi. Bisogna scorgere un altro futuro possibile. E' quanto sostiene nel suo ultimo libro lo scienziato Stefano Caserini, docente presso il Politecnico di Milano ed estensore della Tesi di FIAB "Aria Clima, energia e mobilità ciclistica". Un libro che parla di clima ma dove, naturalmente, la bicicletta non manca.

Bicistaffetta Terramare: scienziati in viaggio per raccontare l’ecologia

Bicistaffetta Terramare: scienziati in viaggio per raccontare l’ecologia

Scienziati in bici che spiegano l'ecologia. Lo scorso anno nel sud con il Cammino Mesothalassia, quest'anno gli stessi ricercatori pedalano nel Nord-Est con Terramare con tema portante i cambiamenti climatici. Dal 30 giugno (Bosco Fontana - Mantova) al 6 luglio (Arsenale di Venezia).  Terramare ha il sostegno di FIAB con il network Scientists 4 Cycling (scienziati per la bicicletta).  I soci FIAB sono invitati a partecipare, una occasione unica per entrare in contatto con l'ecologia e chi la studia ..

Vogliamo aria pulita

Vogliamo aria pulita

FIAB invia al ministro Gian Luca Galletti la lettera aperta di 76 associazioni europee che si occupano di sanità, ambiente, società civile, coltivazioni biologiche e benessere degli animali a proposito dell'apertura dei negoziati sulla Direttiva Europea in materia di limiti nazionali alle emissioni di determinati inquinanti atmosferici.

Niente trivelle, più pedivelle

Niente trivelle, più pedivelle

La notizia che la FIAB abbia aderito al manifesto del Comitato per il SI al prossimo referendum sulle trivellazioni non deve sorprendere. La FIAB è un'associazione cicloambientalista e da sempre propugna uno stile di vita più vicino al rispetto dell'ambiente e al risparmio energetico, di cui la bicicletta è simbolo, in quanto mezzo di trasporto a consumo zero e a zero emissioni. Ma perchè votare SI al referendum?

Vota SI per fermare le trivelle

Vota SI per fermare le trivelle

Anche Fiab si schiera per il referendum per fermare le trivelle, che si terrà il 17 aprile, promosso da dieci consigli regionali. Una scelta coerente con le posizioni ambientaliste della Federazione, richiamate espressamente nello Statuto, che caratterizzano da sempre le sue attività ed iniziative.

Sabato 27 febbraio #FirenzeCambiaAria

Sabato 27 febbraio #FirenzeCambiaAria

Sabato 27 febbraio a Firenze una pedalata per chiedere l'incentivazione della mobilità alternativa, anche contro lo smog che ci attanaglia.  #FirenzeCambiaAria vuole sensibilizzare il Comune a prendere atto della necessità di incrementare strutture ciclabili e forme di tutela per pedoni, disabili, ciclisti, bambini, aumentando aree pedonali e Zone30.

29 novembre, Roma: Marcia globale per il clima

29 novembre, Roma: Marcia globale per il clima

In contemporanea con altre città del mondo una grande mobilitazione contro il cambiamento climatico e le politiche che lo hanno prodotto. Con una grande marcia e un concerto per il clima.  La Coalizione Italiana “Parigi 2015: mobilitiamoci per il clima” è stata promossa da numerose organizzazioni nazionali e locali della società civile, tra le quali la FIAB, in vista dell’appuntamento ONU sui cambiamenti climatici che si terrà a Parigi dal 30 novembre all’11 dicembre 2015.

Laudata sii, Sorella Bici.

Laudata sii, Sorella Bici.

Giovedi 18 giugno l’uscita dell'Enciclica "Laudato Sii". Il Papa, sottolinea che ogni singolo cittadino può fare la sua parte per creare un ambiente di vita migliore. E si è accorge che la qualità della vita nelle città è, in gran parte, legata alla mobilità, alla concezione auto centrica di mobilità.  La soluzione del problema? Una pianificazione della mobilità urbana fondata sull’integrazione tra trasporto pubblico, mobilità pedonale e mobilità ciclistica.  Laudata sii, Sorella Bici, per tutto quello che fai per noi e per l’ambiente, senza, di contro, mai chieder niente.

Soppressione del Corpo Forestale: Le Associazioni Ambientaliste scrivono al Senato

Soppressione del Corpo Forestale: Le Associazioni Ambientaliste scrivono al Senato

FIAB, insieme a numerose associazioni ambientaliste, chiede di riconsiderare l'ipotesi di accorpamento della Forestale alla Polizia di Stato.

"E’ certamente necessaria una riforma, ma che vada verso un rafforzamento delle funzioni, che garantisca ad un Paese come l’Italia una Polizia Ambientale moderna, che unisca tradizione ed innovazione, che operi in prossimità sui territori ad alta valenza naturalistica con il massimo coinvolgimento delle popolazioni residenti."